Social Housing

Social Housing  Ceccano, Italy

L’attenzione progettuale nel complesso residenziale pubblico a Ceccano, in provincia di Frosinone, si attesta sulla connessione e sulla morfologia spaziale tra tipi edilizi e luoghi dell’abitare. Il fine è quello di configurare una struttura tipologica volta a definire architettonicamente gli alloggi e lo spazio del vivere. La ricerca di un’innovazione tipologica e del suo assetto organizzativo hanno determinato le scelte della proposta progettuale volte all’ ottimizzazione dei luoghi dell’abitare e alla rielaborazione qualitativa degli alloggi. Il nuovo edificio, che riprende le dimensioni di quelle indicate dal piano di zona, è concepito per avere un inserimento ambientale idoneo con il contesto. La decisione di dividere il complesso in tre blocchi permette di avere scorci visivi sul paesaggio e di interrompere la linearità del complesso che assume un andamento spezzato. I tre blocchi sono collegati tra loro solo a partire dal primo piano da un percorso-ballatoio che, caratterizzato dalla presenza di una parete verde, smista tutti gli appartamenti. Gli alloggi duplex sono caratterizzati da un rivestimento di colore scuro e definiscono l’attacco al cielo del complesso. A tal fine sono state potenziate alcune scelte progettuali attraverso l’uso di ampi spazi all’aperto, quali logge e balconi, o l’introduzione di percorsi di collegamento fra gli alloggi duplex e quelli simplex ed un percorso pensile all’ultimo piano; inoltre, l’impiego di materiali di rivestimento determinano in alcune aree un forte carattere di innovazione e di sperimentazione fruitiva, visiva e percettiva. Al piano terra la divisione in blocchi consente infine un collegamento diretto dalla strada verso lo spazio verde antistante, costituendo così un sistema accessibile e permeabile.

The attention to design in the public housing complex of Ceccano, in the province of Frosinone, is attested by the link and spatial morphology between building types and living spaces. The aim is to design a type of structure aimed at architecturally defining its living space. The search for typological innovation and its organisational structure have determined the choices of the project proposal aimed at a qualitative re-elaboration of the housing space. The decision to divide the complex into three blocks makes it possible to get visual glimpses of the landscape and to break up the linearity of the complex. The three blocks are connected to each other only from the first floor by a path-balcony with a green wall that separates the apartments from one another. The duplex apartments have a dark coating that outlines the complex’s contour against the sky. Such choices have prompted the use of outdoor spaces such as loggias and balconies, the introduction of linking paths between duplex and simplex housing, as well as a rooftop walkway. The new building, which follows the proportions indicated in the area plan, was conceived to be suitably integrated into its environmental context. To this end, some design choices were reinforced, such as large open spaces and coating materials that in some areas determine an intense character of innovation and fruitful, visual and perceptual experimentation. On the ground floor the division into blocks also makes possible a direct connection from the road to the green space in front, thus constituting an accessible and permeable system.

Credits: Design Architects: Tstudio – Guendalina Salimei | Structure: Eutecne s.r.l. |Geologist: E. Lauretti |
Structure: ing. F. Ardino, F. Frappi, L. Frappi |MEP: Ing. A. Bianco |Construction supervision: ing. F. Frappi con L. Polidori e P. Natalini

Published in: Metamorfosi Quaderni di Architettura n.4, pp. 66-67, Lettera Ventidue Edizioni, Siracusa 2018 ISSN 1590 -1394 – ISBN 9788862422659 • SALIMEI G., City Landscape. Ilios Editore, Bari 2012 ISBN 9788890802430 pp 100-103 • Pisani M. (a cura di), Architettura e Paesaggio. Atti del congresso di Genzano, Il Formichiere, Foligno 2015 p. 78-79. ISBN9788898428519
I parcheggi, i locali tecnici per gli impianti e la zona ingresso comune per i tre blocchi sono a piano terra, separati da zone verdi e ricollegati dal piano primo fino alle coperture tramite un ballatoio che diventa il percorso-accesso ai tre piani di alloggi che godono tutti di ampi balconi sia verso i giardini interni, sia verso la strada principale che conduce alla piazza.

Il progetto sostenibile si configura come apparato propositivo rispetto ad alcune innovazioni che hanno profondamente inciso sul modo di vivere contemporaneo. Di qui la necessità di impostare una teoria del progetto in grado di dimostrare come sia possibile coniugare processi di produzione/uso/ consumo e gradimento dal punto di vista sociale.

Si tratta di attribuire efficacia alle componenti bioclimatiche ed ecologiche della costruzione di edifici, laddove il trasferimento di nozioni e concetti di una particolare disciplina, non deve operare in maniera meccanica, ma nei termini di una rielaborazione e significazione in senso architettonico. L’attenzione è volta ad evitare l’ intrinseca tendenza a codici autonomamente definiti, mentre è necessario renderli agili strumenti della pratica architettonica.
Il progetto verrà quindi opportunamente calibrato rispetto a semplici criteri di controllo bioclimatico:
– realizzare un involucro edilizio ad elevata capacità di conservazione dell’energia termica
– conformare e orientare l’edificio per ottimizzare la captazione dell’energia solare in inverno
– conformare e orientare l’edificio in modo da ridurre l’esposizione al soleggiamento estivo