Art Museum

ART MUSEUM  FOLIGNO ITALIA

L’edificio dell’ex-Chiesa dell’Annunziata a Foligno non ha avuto mai vita fino al progetto di riuso che la vede ora riconvertita in Museo di Arte Contemporanea. La Chiesa, progettata intorno al 1765 dall’architetto Murena, non fu mai terminata e molti furono gli usi impropri, fino al completo abbandono e degrado causati sia dalla demolizione di un’ala della chiesa nel 1980, sia dal sisma del 1997. L’impianto planimetrico richiama un’architettura scavata, costituita da un’aula principale a forma allungata, sovrastata da un’ampia cupola in muratura e da un deambulatorio che circonda l’aula consentendo degli affacci sull’ambiente principale e sulla cupola. L’edificio si configura come un “cantiere” del ‘700 che racconta la sua memoria, le tecniche costruttive dell’epoca e la spazialità della sua struttura originaria. La valorizzazione di questo spazio è l’azione alla base del progetto di riuso e trasformazione dell’ex Chiesa in Museo. L’introduzione di elementi nuovi, capaci di ridare vita e nuovi significati alla Fabrica, diventa funzionale a questa idea, risolvendo sia la problematica strutturale dell’edificio – con la necessità di restauro e miglioramento sismico – sia di trasformazione funzionale al nuovo uso del Complesso. Un nuovo volume reinterpreta la forma originaria, completando così la deambulazione anulare al primo piano, con un ruolo di completamento della scatola muraria. Costituito da una struttura di metallo, è appoggiato su puntoni di acciaio e rivestito da una scocca in metallo corten, traforata a riprodurre un disegno irregolare, che reinterpreta in chiave contemporanea la tessitura dei mattoni e crea un gioco di luci inatteso. Il nuovo volume, durante le ore notturne, diviene una vera e propria “lanterna magica” rappresentando un segnale che racconta a Foligno la sua rinascita. A rendere possibile questa nuova vita concorrono altri elementi che, funzionali al miglioramento statico, sono occasione per inserire elementi di architettura contemporanea: una nuova cupola di ferro che consolida e sostiene quella originaria; profilati di ferro che supportano le aperture del deambulatorio sull’aula principale; capriate di ferro e legno che sostituiscono le precedenti per l’aula; una passerella che, collegando al primo piano le due parti della fabbrica, diviene elemento d’integrazione tra l’antico e il nuovo punto di osservazione privilegiato dell’intero spazio e dell’imponente scultura “Calamita Cosmica” di Gino De Dominicis nell’aula principale.

The building of the former church of the Annunziata in Foligno has never had life until the reuse project that now sees it converted into the Museum of Contemporary Art. The church, designed around 1765 by the architect Murena, was never finished and many were the improper uses, until the complete abandonment and degradation caused both by the demolition of a wing of the church in 1980, and the earthquake of 1997. The plan recalls an excavated architecture, consisting of an elongated main room, dominated by a large masonry dome and a walkway that surrounds the classroom allowing views of the main environment and the dome. The building is configured as a “construction site” of the ‘700 that tells his memory, the construction techniques of the time and the spatiality of its original structure. The enhancement of this space is the action behind the project of reuse and transformation of the former Church in the Museum. The introduction of new elements, able to give life and new meanings to the Fabrica, it becomes functional to this idea, solving both the structural problem of the building – with the need for restoration and seismic improvement – both of functional transformation to the new use of the complex. A new volume reinterprets the original shape, thus completing the annular walking on the first floor, with a role of completion of the wall box. Consisting of a metal structure, is placed on steel struts and covered with a corten metal shell, perforated to reproduce an irregular design, which reinterprets the texture of the bricks in a contemporary way and creates an unexpected play of light. The new volume, during the night hours, becomes a real “magic lantern” representing a signal that tells Foligno his rebirth. To make this new life possible other elements that, functional to the static improvement, are an opportunity to insert elements of contemporary architecture: a new iron dome that consolidates and supports the original; iron profiles that support the openings of the walker on the main classroom; trusses of iron and wood that replace the previous ones for the classroom; a walkway that, connecting the two parts of the factory to the first floor, becomes an element of integration between the ancient and the new vantage point of the entire space and the imposing sculpture “Calamita Cosmica” by Gino De Dominicis in the main hall.

 

Credits: Design Architects: Tstudio – Guendalina Salimei |Structure: Ing. M. Traversari, Ing. L. Mezzadri |MEP: Ing. B. Nutile, Ing. P. Saraceni |Construction supervision: Arch. Guendalina Salimei; ufficio D.L.: Arch. R. Quadrella, Ing. M. Traversari, Arch. V. Vallesi con L. Pergolesi |Contractor: Monacelli Costruzioni

 

Photography: Luigi Filetici

 

Published in: De Simone I., Museo d’arte contemporanea nell’Ex Chiesa dell’Annunziata a Foligno. Edilstampa, Roma 2018 ISSN 0579-4900 • http://www.architetturecontemporanee.beniculturali.it/architetture/index.php •

SALIMEI G., Recupero dell’Ex Chiesa dell’Annunziata a Foligno (PG) in museo d’arte, in Progettare

e Costruire in Acciaio a cura di Marco Breccolotti e Cralo Alberto Beffa – Editore Il Formichiere, Foligno 2018, pp. 276-279 – EAN: 9788894805192 • Restauro e riuso dell’ex chiesa dell’Annunziata da adibire a museo d’arte contemporanea, in Italian High design and high technology. Ed. Listlab, 72-73 ISBN 978 88 9562 33 44 • Progetti e Concorsi n° 15 2012 – aprile pag. 1 • AA.VV., Stato di necessità. Edizioni Architettando, Cittadella (VI) 2012. p.188-193 ISBN 978 88 9069 6800 • SALIMEI G. (2012- 2° ed. 2014), City Landscape. Bari: Ilios Editore ISBN 9788890802430 pp.116-123 • AA.VV., Le quattro stagioni – Architetture del Made in Italy da Adriano Olivetti alla Green Economy Mondadori Electa, Milano 2012, p. 186 – ISBN 978 88 370 9323 5 • Priori G. (a cura di) 100 Progettisti italiani a cura di.

Dell’Anna Editori, Roma 2013 – p. 546-549 ISBN 9788890927706 • AR Bimestrale dell’Ordine degli

Architetti di Roma, 108/2013, Prospettive Edizioni, Roma 2013, p. 34 – ISSN 0392-2014 •

Sacchi L. (a cura di) (2013), Italia en Mexico. Architetti Romani opere recenti. Prospettive

edizioni, Roma 2013 p. 145-157 ISBN 978 88 89400 96 8 • Cavera L., Nuove chiavi di lettura per l’esistente, Interior Design 2014, 1: p. 56 • Salimei G. Città-paesaggio: architetture di relazioni in

Architettura e Paesaggio. Atti del congresso di Genzano (a cura di) Mario Pisani. Il Formichiere ed,

Foligno 2013. pp. 74-75 – ISBN 9788898428519 • Bizzotto R. (a cura di), Yearbook01 – architetti romani nel mondo 2013/14, Roma: Prospettive ed., 2015 p. 120-121 ISBN 9788898563272